Faq  

Agrotecnici Faq

Cerchi una risposta alle tue domande ? consulta questa sezione. Nelle nostre Faq presenti all'interno di questa pagina, probabilmente troverai già la risposta.

Gli orari di contatto al pubblico sono Lun/Gio dalle ore 08.00 alle ore 16.00, il Venerdì dalle ore 08.00 alle ore 13.00
Iscrizioni , variazioni , cancellazioni 06 5458 203
Comunicazioni reddituali, contributi 06 5458 288
Conti individuali, prestazioni 06 5458 390
Numero Verde 800 24 26 24
FAX06 5458 248
PECgestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it
E-MAILagrotecnici@enpaia.it

 

Faq Agrotecnici

Compatibilità dell'iscrizione nell'Albo professionale ed alla Cassa di previdenza AGROTECNICI/ENPAIA con il rapporto di pubblico

1. L’iscrizione nell’Albo professionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati è consentita ai dipendenti pubblici ai sensi dell’art. 7 comma 3 della legge n. 251/86 e successive modificazioni, che recita:

”Gli Agrotecnici impiegati dello Stato o di altra pubblica amministrazione ai quali, secondo gli ordinamenti loro applicabili, è vietato di norma l'esercizio della libera professione, possono a loro richiesta essere iscritti nell'albo con annotazione a margine attestante il loro stato giuridico-professionale; detti iscritti possono svolgere attività, professionale solo nei casi ed alle condizioni previste dal rapporto di pubblico impiego”.
Detta previsione non obbliga pertanto alla cancellazione dall’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, potendo perfettamente l’agrotecnico rimanere iscritto, unicamente con il divieto di esercizio dell’attività libero-professionale, salvo autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza.

2. Il rapporto di lavoro come pubblico dipendente è regolato dal D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”, il quale non obbliga il pubblico dipendente eventualmente iscritto in un Albo professionale a cancellarsi, per l’anzidetta ragione che l’incompatibilità è relativa al solo effettivo svolgimento della professione (e non già alla semplice iscrizione nell’Albo).

3. Per ciò che concerne la Cassa di previdenza AGROTECNICI/ENPAIA, essa riguarda unicamente il reddito professionale, non quello di lavoro dipendente; potrà quindi l’agrotecnico mantenere aperta la posizione ENPAIA, ed eventualmente alimentandola con attività professionali occasionali.

Come vanno formulate le richieste alla Gestione ?

Le richieste vanno formulate compilando in tutte le loro parti i moduli disponibili sul sito di Enpaia o nell’area riservata dell'iscritto ed inviati tramite PEC allegando un documento di identità dell’iscritto ed eventuale altra documentazione che possa completare la procedura.

Quale procedura deve essere seguita per iscriversi alla Gestione ?

Dal sito cliccare su Gestioni/ gestione separata agrotecnici/ modulistica. Scaricare e compilare modello di iscrizione ed inoltrarlo all’enpaia allegando: documento di indentità; iscrizione all’albo di appartenenza, inserire se in possesso , la partita iva il cui codice ATECO è 7490.12.

Inoltrare a gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it oppure via raccomandata a:
Fondazione Enpaia - Gestione Separata Agrotecnici
Viale Beethoven 48
00144 Roma

Quale procedura deve essere seguita per cancellarsi dalla Gestione ?

Compilando l'apposito modulo presente nella sezione dedicata alla Gestione, in caso di attività svolta con Partita IVA la cancellazione può avvenire previa cessazione del codice di attività 749012 presente nella partita IVA (variazione codice attività) oppure con la chiusura della partita IVA. L'interessato dovrà inviare tramite PEC o raccomandata, domanda di cancellazione allegando copia di un documento di identità ed eventuale certificazione della variazione intervenuta nella partita IVA.

L'interessato dovrà inviare tramite PEC o raccomandata, domanda di cancellazione allegando copia di un documento di identità ed eventuale certificazione della variazione intervenuta nella partita IVA.

Ho smarrito la password di accesso all'area riservata, come posso recuperarla ?

In presenza di una e-mail registrata nell'anagrafica, basta accedere al servizio on line e seguire la procedura "Nuova Password via e-mail", in mancanza di e-mail occorre seguire la procedura "Modulo per richiesta nuova password in assenza di e-mail".

Come posso fare domanda di rateizzazione ?

Può fare domanda di rateizzazione compilando l’apposito modello che viene trasmesso in allegato all’estratto conto annuale e con le comunicazioni inviate per il versamento dei contributi in acconto e saldo, inviando tutto all'indirizzo: gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it

Dopo quante rate insolute decade la rateizzazione ?

La rateizzazione decade nel caso di omesso versamento di tre rate, anche non consecutive, o del mancato pagamento dei contributi scaduti successivamente all’avvio del piano di rateizzazione.

Il mio consulente può fare delle richieste per mio conto ?

Il proprio consulente può inoltrare ad i nostri uffici tutte le richieste dell’iscritto ma con allegata delega e documento di identità dell’interessato in corso di validità e inviando la richiesta tramite PEC.

Posso richiedere la regolarità contributiva per un ente pubblico ?

La regolarità contributiva può essere richiesta personalmente e non per conto di altri soggetti.  L’ente pubblico deve richiedere autonomamente la regolarità contributiva dell’iscritto inviando una richiesta ufficiale in carta intestata tramite pec all'indirizzo gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it specificando il nome e cognome dell’iscritto e  il codice fiscale.

Come faccio a richiedere una regolarità contributiva se non sono in ordine con i pagamenti ?

La regolarità contributiva viene rilasciata solo in presenza di una posizione contributiva in regola sia con i versamenti che con le comunicazioni reddituali, pertanto l’iscritto può richiedere un estratto conto aggiornato dal quale si evince la presenza di comunicazioni reddituali mancanti e/o  debito presenti. L’interessato deve pertanto provvedere a sistemare la posizione contributiva inoltrando poi tramite PEC (gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it) all’ufficio tutta la documentazione necessaria a comprovare l’avvenuta regolarizzazione.

Come posso provvedere al versamento dei contributi dovuti ?

Nell’area riservata di ciascun iscritto è presente una procedura che permette di calcolare l’importo dovuto alle scadenze di pagamento, una volta stabilito, la procedura permette la creazione di un MAV di pagamento, l’utilizzo di questo strumento permette un rapido e corretto abbinamento nella posizione individuale. In alternativa può essere eseguito un pagamento postale con i bollettini prestampati presenti nell’area riservata o tramite bonifico bancario, l'IBAN è presente nella sezione dedicata alla Gestione del sito Enpaia.

Come fare Domanda di Attestazione di Regolarità Contributiva

Inviare mail su carta intestata del richiedente con i dati dell’iscritto, all’indirizzo gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it

Quali sono le scadenze per l’acconto ed il saldo ?

Solitamente l’acconto è previsto entro il 30 Novembre ed il saldo entro 30 gg dal termine normale per il pagamento delle imposte sul reddito. Art. 7 lett. b) del Regolamento di Gestione Ordinaria.

Cosa devo specificare nella causali dei versamenti ?

Nella causale, al fine di permettere un abbinamento rapido e senza errori vanno specificati: la matricola, il codice della causale di versamento, riscontrabile nella comunicazione inviata agli iscritti, nonché il codice fiscale e cognome e nome dell’iscritto.

Una volta effettuato un pagamento devo trasmettere le quietanze ai vostri uffici ?

No, non c’è la necessità di inviare le quietanze di pagamento salvo specifica richiesta dell’Ufficio.

Ho sbagliato ad effettuare l’inserimento delle dichiarazioni reddituali on line, cosa faccio ?

Tramite PEC (gestioneseparata.agrotecnici@pec.enpaia.it) è sufficiente richiedere una rettifica dei dati comunicati allegando copia di un documento di identità.

Come posso richiedere l’applicazione dell’aliquota facoltativa per il calcolo del contributo soggettivo ?

In sede di versamento dell’acconto viene data la possibilità entro la scadenza del versamento, tramite la procedura presente nell’area riservata per la determinazione dell’acconto, di richiedere l’applicazione dell’aliquota facoltativa. La richiesta ha valore solo per l’anno di riferimento, pertanto deve essere eventualmente reiterata anno per anno.

Sono un Agrotecnico vorrei richiedere la PEC della Gestione come devo fare?

In sede di nuova iscrizione la gestione assegna una PEC a tutti coloro i quali ne sono sprovvisti. Nei casi di assenza di una PEC per vecchia iscrizione nell’area riservata dell’iscritto è presente una procedura per richiederla. Nei casi in cui è già presente una PEC nell’anagrafica e si vuole provvedere alla modifica con la PEC assegnata dalla Gestione, occorre far richiesta di cancellazione dell’indirizzo presente. Terminata questa procedura di cancellazione sarà attivata nell’area riservata la possibilità di richiedere l’assegnazione della PEC della Gestione.

Anche se non fatturo devo versare ugualmente i contributi ?

L’obbligo di versamento sussiste fintanto che permane l’iscrizione alla Gestione. Il Regolamento prevede il pagamento di minimali qualora il reddito professionale risulti inferiore a specifici livelli che variano periodicamente.

Cosa devo versare se non emetto fatture ?

Si dovranno versare i minimali previsti dalla gestione più il contributo maternità.

Quando si può richiedere la pensione ?

La pensione si può richiedere al raggiungimento del diritto, ovvero al 65° anno di età purchè si abbia maturato almeno cinque annidi iscrizione alla Gestione, in alternativa si può richiedere la pensione di anzianità dopo il 57° anno di età con almeno 40 anni di anzianità. Per poter richiedere la prestazione la posizione contributiva deve risultare con tutte le comunicazioni reddituali presentate e priva di debiti per contributi integrativi, di maternità e di sanzioni per ritardato pagamento dei contributi.

Come si calcola l'importo della pensione ?

La pensione è calcolata prendendo il montante al 31/12 dell'anno antecedente la domanda di pensione moltiplicandolo per il coefficiente di trasformazione (tabella A del Regolamento) in base all'età in anni e mesi alla data della domanda.

Quando decorre la pensione ?

La pensione decorre, in presenza del diritto, il primo giorno del mese successivo alla domanda.